Che fine ha fatto Martins, il nigeriano che festeggiava il gol con la capriola

249

MartinsC’era un tempo dove nell’Inter giocava un attaccante velocissimo, che dopo ogni rete era solito festeggiare con una serie di capriole: il suo nome è Obafemi Martins. L’attaccante nigeriano oltre a questo modo buffo di far festa dopo una rete era famoso per la sua grande velocità, capace di correre i cento metri in 10’94”, oltre che per il suo tiro esplosivo.

L’ARRIVO ALL’INTER

Il nigeriano arrivo’ molto giovane all’Inter dalla Reggiana nella stagione 2001-02, ed inizialmente restò a far parte della primavera. La sua prima apparizione con i nerazzurri avvenne nella successiva stagione nella quale siglò il primo sigillo in serie A contro l’Atalanta. In Champions League mise a segno due gol, di cui uno nel famoso derby di ritorno per l’inutile 1-1.

L’APPRODO IN INGHILTERRA

Dopo cinque stagioni Martins decise di accettare la corte del Newcastle vista la troppa concorrenza nell’Inter. Con gli inglesi l’attaccante nigeriano fece fatica a esplodere ma col tempo iniziò a segnare regolarmente, onorando al meglio la maglia pesante che aveva ereditato, quella di Alan Shearer. Nella sua parentesi col Newcastle ebbe un momento molto difficile nel quale morì la madre, un dolore che faticò a superare tanto che non partecipò neanche al ritiro estivo della squadra.

DOPO L’INGHILTERRA, TANTE ESPERIENZE NEGATIVE

martinsDopo le tre stagioni al Newcastle, Martins inizia a girovagare per l’Europa e successivamente per il Mondo. Nel 2009 accetta l’offerta del Wolsburg con cui disputa una stagione al di sotto delle aspettative con 7 reti in 25 partite. I tedeschi dopo un solo anno decidono di cederlo ai russi del Rubin Kazan,  dopo una mezza stagione viene ceduto in prestito al Birghingham City facendo così ritorno nel campionato inglese. A fine campionato rientra in Russia ma nel Rubin gioca con il contagocce e così a fine anno decide di provare l’esperienza spagnola con il Levante.

L’ESPERIENZE FUORI DALL’EUROPA

La stagione è buona ma a marzo vola via verso un altro continente provando l’esperienza americana nella MLS giocando per i Seattle, qui resta per ben tre stagioni con buonissimi risultati realizzando 43 reti in 83 partite. Terminata l’esperienza americana, per lui si aprono le porte della Cina con lo Shenghai Shenhua che convince il nigeriano ad entrare in squadra. Un’esperienza quella cinese che non era iniziata in maniera positiva, dopo aver faticato a trovare spazio, in questa stagione Martins sta giocando con continuità e con buoni risultati. Proprio qualche giorno fa l’attaccante nigeriano ha subito un infortunio al tendine d’achille che lo costringerà allo stop per sette mesi.