Juventus-Napoli: a portata di mano il sogno nel cuore azzurro

290

InisgneAi microfoni Mediaset nel dopo partita arrivano le dichiarazioni di Lorenzo Insigne: Ora siamo a -1 non cambia niente perché restiamo comunque sempre dietro. Noi però siamo là, stiamo vivendo un sogno e dobbiamo continuare a sognare.

Parlando della gioia che è esplosa a Napoli, il talento di Fuorigrotta dichiara: Da napoletano provo ad immaginare quello che sta accadendo a napoli, è stata una vittoria di squadra e di sacrificio. Sapevamo che difendendo bene e con la qualità che abbiamo davanti prima o poi saremmo riusciti a sfruttare l’occasione.

Dagli studi Mediaset gli chiedono se è vero che in questa partita lui sembrava avere una motivazione speciale: Io rispetto ai miei compagni da napoletano la sento ovviamente di più. Volevo fare questo regalo ai tifosi, ci abbiamo provato fino alla fine e siamo stati ripagati. Da qui in poi saranno 4 finali.

A chi gli chiede cos’ha detto Sarri negli spogliatoi: Il mister ci ha fatto i complimenti e ci haSarri ricordato che ora è il momento di stare tranquilli e di continuare a giocare come sappiamo. Se perdessimo le altre 4 partite che ci aspettano vorrebbe dire rendere inutile la gara di stasera. Ma questa squadra ha un grande cuore e anche stasera l’ha dimostrato.

L’IMPRESA AZZURRA

Il Napoli compie l’impresa a Torino. Dopo una partita combattuta, con un grande possesso palla, le occasioni da gol sono state modeste da entrambe le parti. Per i bianconeri c’è da sottolineare solo un palo di Pjanic su punizione.

Quando la partita sembrava destinata ad un pareggio che avrebbe fatto bene alla Juventus ci pensa Koulibaly. Su calcio d’angolo il senegalese brucia in area Benatia e di testa regala al Napoli il gol della vittoria.

L’Allianz Stadium diventa una bolgia dove nonostante gli ospiti azzurri siano circa 800 sembrano voler far tremare la Mole. Al triplice fischio di Rocchi inizia la festa sia dentro che fuori dallo stadio. A km di distanza Napoli impazzisce come non accadeva da tempo con i tifosi che si riversano in strada in una fiumana azzurra con direzione finale Capodichino. L’arrivo della squadra è prevista all’1:45 e nessuno sembra voler mancare all’appuntamento per accogliere il Napoli.