In queste ore i tifosi del Milan stanno cercando di capire a quale Santo affidarsi per scongiurare la decisione della Uefa sul fairplay finanziario che arriverà nelle prossime ore. Dall’altro canto i milanisti vorrebbero sapere chi prenderà le redini della società. Tra Mister Li e la Elliott Management Corporation sono spuntate due realtà americane, la famiglia dei Ricketts e nelle ultime ore, Rocco Commisso.

UN VERO SELF-MADE MAN

Calabrese classe ’49 di Marina di Gioia Jonica, Commisso approdò all’età di 12 anni negli Stati Uniti e oggi vanta un patrimonio di 4,5 miliardi di dollari, come si apprende dall’Agi. E’ proprietario della squadra di calcio, New York Cosmos e della società televisiva via cavo MediaCom. Da giovane lavorava 40 ore alla settimana nella pizzeria del padre nel Bronx e nel frattempo studiava. Commisso riuscì a frequentare la Columbia, una delle più prestigiose Università americane grazie al gioco del calcio che gli permise di ottenere una borsa di studio. Ha gestito varie discoteche in cui ha ospitato personaggi famosi nostrani tra cui Little Tony, I Cugini di Campagna, I Camaleonti e Gianni Nazzaro.

TIFOSO DELLA JUVENTUS

Rocco Commisso è di fede juventina ma non sarebbe il primo proprietario di una squadra a tifarne un’altra, come il romanista Ferrero alla guida della Sampdoria. Diciassette anni fa però il suo cuore bianconero lo fece desistere proprio dall’acquisto della squadra blucerchiata. Tra gli affari sfumati ci sono Pescara, Roma, Palermo, Catania e Reggina. Nel gennaio del 2017 c’è stato il primo avvicinamento di Commisso al Milan quando Sal Galatioto, suo ex collega alla Royal Bank of Canada gli propose di interessarsi al Diavolo. A quei tempi Galatioto era al fianco di Yong Hong Li per l’acquisto della società di Milano ma estromesso dalla trattativa dall’attuale patron cinese, pensò a Commisso. La situazione si evolse in altro modo però adesso l’italoamericano fa sul serio ed è intenzionato a far parlare di sé riportando il Milan tra le grandi del calcio che conta.

FOTO: milanweb.it, termometropolitico.it, news.itanews.org