Serie A, Reina: “Il Milan si rialzerà”, grande fiducia in Gattuso

9

Serie A, è inutile negare il fatto che il Milan stia vivendo un brutto periodo, il portiere spagnolo non le manda a dire e parlando ai suoi compagni di squadra afferma che il team ha bisogno di maggiore impegno per potersi rialzare e rimettersi quindi in gioco forti come prima se non più. Davanti a Reina Donnarumma che a soli 17 anni è riuscito a imporsi nel mondo del calcio accettando qualsiasi sfida e provando a ribaltare le gerarchie formate nel corso degli anni.

Reina invece è un vero leader che fa sentire la sua presenza negli spogliatoi avendo una mentalità parecchio diversa dagli altri portieri ed infatti è stato il più conteso, in tanti lo avrebbero voluto in squadra a partire dal Chelsea. Adesso per lui l’eliminazione che il Milan ha subito dall’Europa League è stata un duro colpo, però non sarà questo a scoraggiarlo, anzi non cerca alcuna scusa ed incoraggia i compagni di squadra affermando: “Siamo colpiti, feriti nell’orgoglio, è stato un duro colpo, bisogna reagire, lavorare a testa bassa, dobbiamo avere una reazione. Non abbiamo perso a causa dell’arbitro, ci sono stati degli errori, è vero, ma gli errori più grandi li abbiamo commessi noi. Avevamo due risultati possibili e non abbiamo avuto la giusta cattiveria per andare a vincere e ottenere il nostro obiettivo.”

Serie A, “Si vince e si perde tutti insieme”

Serie A, nella testa di Reina c’è solo il Milan e tanta voglia di tornare in Champions League, ma soprattutto tanta voglia di condivisione e di collaborazione all’interno della squadra. Il portiere dice “Si vince e si perde tutti insieme. Domani rivedremo la partita, vedendo dove si può migliorare. Ognuno deve dare il 10% in più di quello che abbiamo dato fino adesso. Ma il suo punto di riferimento chi è? Gattuso. Non vuole assolutamente dargli colpe o scaricare la responsabilità su di lui, anzi difende ampiamente tutti coloro che compongono il team e spende importanti parole “Mi dispiace per tutti quelli che fanno parte del Milan, lui mette sempre la faccia, è il capitano di questa barca. Tutti vogliamo reagire per raddrizzare una stagione che prima di giovedì non andava per niente male. Martedì bisogna andare a Bologna col coltello tra i denti, cercando di vincere questa striscia di partite prima delle vacanze e affrontare la seconda parte di stagione nel migliore dei modi”. Insomma al momento nel suo cuore non c’è spazio che per il Milan,ricaricherà le batterie per poi ripartire verso la meta finale, la Champions.