Serie A, Fiorentina senza più rimpianti

5

Serie A, dopo una lunga serie di errori da parte della Fiorentina, adesso Pioli non vuole più muovere passi falsi, dopo i fatti che hanno interessato Inter-Napoli bisogna andare oltre e ricominciare parlando di sport pulito che pretende una tifoseria sana. Pioli dichiara: “siamo quasi nel 2019 e ancora esistono i cori razzisti allo stadio, non si può andare avanti così, servono regole chiare. Se succede qualcosa negli stadi siamo tutti responsabili, ma non deve entrare gente che non ha nulla a che fare con questo sport”.

Questo argomento infatti sta tenendo banco nel calcio italiano, troppi episodi spiacevoli lo hanno interessato; la Fiorentina vuole comunque guardare avanti, ha bisogno di una bella ripresa che si spera arrivi entro breve tempo. La squadra purtroppo ha avuto momenti di alti e bassi, ci sono stati periodi di discontinuità che non hanno sicuramente portato chissà quali risultati. Ecco le parole di Pioli in merito all’argomento: “Discontinuità? Sono convinto che il limite della Fiorentina sia quello di non aver portato a casa risultati che meritava di portare a casa. Senza esagerare dovevamo avere almeno tre punti in più. Non dovrà essere un campionato di rimpianti.”

Serie A, dopo Astori la Fiorentina tenta la risalita

Serie A, il tecnico della Fiorentina ci tiene a precisare che ha già richiamato all’ordine la sua squadra, rimproverando loro una posizione che non merita affatto e che se non si riesce a vincere pur essendo nelle piene condizioni per farlo allora la situazione non può fare altro che peggiorare. “Deve diventare il campionato delle occasioni sfruttate, non di quelle perse. Problema di gioventù? Sono più fattori, non solo quello. Ora non c’è tempo per guardarsi indietro e piangersi addosso, dobbiamo pensare a guardare solo avanti. 2018? E’ stato un anno importante, purtroppo per la tragedia di Davide, che però ci ha fatto diventare migliori.”

La scomparsa di uno dei giocatori migliori della squadra probabilmente è costata tanto, difficile cercare una ripresa in condizioni estreme come queste. Ovviamente il morale rimane abbastanza basso dopo le varie cattive notizie, però la squadra sa reagire e piano piano lo sta facendo. C’è stato solamente un brutto stop, adesso si deve ripartire con grinta ed aggressività, bisogna adattarsi e giocare. Cambi in squadra? Al momento non sembrano essere stati messi in conto, ma nulla di difficile o di impossibile. Nessun giocatore ha problemi fisici o necessità di sostituzioni e a meno che il mister non dovesse decidere di effettuare cambi a gennaio, la situazione dovrebbe rimanere invariata.