Serie A Sampdoria, la presentazione di Sau

0

Serie A, è arrivato da poco l’attaccane sardo Marco Sau ed ha voluto presentarsi alla squadra ed ai tifosi con estrema gentilezza e sincerità. Appena indossata la maglia numero 20 ha dichiarato ricco di emozioni, con il cuore in gola per la gioia: “La trattativa è nata in due giorni. Appena ho sentito dell’interesse della Sampdoria, ci ho messo poco a decidere. Lasciare la Sardegna dopo così tanto tempo è stato difficile, sto ancora cercando di metabolizzare tutto. Però sono felice di essere arrivato qua: ringrazio il Presidente Ferrero e la società per avermi portato qua, spero di ripagare la fiducia”.

Al momento il calciatore classe ’87 non partirà titolare ma è consapevole del fatto che c’è una grande concorrenza nell’aria, in realtà ha scelto di giocare in squadra solo per dare il suo contributo e perchè no crescere ogni giorno di più. Dice: “C’è una grande concorrenza, ma quello lo sapevo; vengo qui per meritarmi il mio spazio, mettere in difficoltà il mister e dare il mio contributo alla squadra”.

Serie A, la Sampdoria ed i ritrovi

Serie A, il calciatore non si è trovato solo in Sampdoria, ha ritrovato un suo amico, Giampaolo che per lui è una figura praticamente fondamentale avendo dato un grande esempio e la possibilità di un inizio carriera con i fiocchi. In merito a ciò Marco dice: “Giampaolo l’ho incontrato quando ero in Primavera. Lui mi ha chiamato in Prima Squadra, e da lì è partita la mia carriera, gli devo molto. Adesso sono qui a giocare per lui, e voglio ripagare la fiducia che mi ha dimostrato. Ci tengo e voglio dimostrare il mio valore. Sono motivato, sono fiero di far parte di questa grande società e di questa grande squadra”.

Insomma solo punti positivi per lui dato che il suo amico gli permetterà adesso di entrare in squadra ed inserirsi molti rapidamente. Murru, Ekdal e tanti altri saranno per lui dei punti fermi a cui rivolgersi in qualunque occasione. Tra l’altro la stagione della Sampdoria fino ad ora sembra essere iniziata bene, quindi ci sono ottime probabilità di risultati esilaranti, anche per lui. Per quanto riguarda l’andamento della squadra dice: “La squadra sta andando benissimo, sta in zona Uefa a due punti dalla Champions. Farò di tutto per dare il mio contributo, e poi speriamo di arrivare più in alto possibile”. Mentre a chi chiede: Qual è il gol più bello? Risponde: “Quello segnato con la Juve Stabia contro la Samp è stato uno dei più belli che ho fatto in Serie B. Poi farlo in uno stadio del genere l’ha reso ancora più speciale”. Il ragazzo non si aspettava di arrivare in Sampdoria dato che ne ha sempre parlato come se fosse stata una delle società inarrivabili, ed invece ecco arrivati al dunque.