Napoli, Ancelotti convinto da Malcuit: orgoglioso della squadra

8

Napoli, la squadra ha accolto bene Kevin Malcuit il 28 enne arrivato a Luglio tra gli azzurri e lui si è subito adattato riuscendo inoltre a convincere tutti, ma in particolar modo il mister Ancelotti di aver fatto un ottimo acquisto. Il calciatore ha da subito dato il massimo, il meglio di sè. Non per niente Ancelotti è soddisfatto ed orgoglioso dei mezzi utilizzati per ottenere ciò che voleva, infatti adesso sta già raccogliendo i frutti del suo duro lavoro, mesi e mesi di accordi e trattative.

Malcuit ha messo in mostra tutte le sue più grandi qualità tanto da diventare da subito titolare e continuare a lasciare senza parole un pò tutti con un rendimento piuttosto elevato. Per quanto riguarda l’esperienza in squadra al momento dice: “Appena arrivato, ho sentito un’enorme differenza con la League 1 a livello tattico. I primi giorni, ero spesso fuori passo con i miei compagni di squadra. Era necessario assimilare il modo di giocare e migliorare nella posizione. Penso di aver lavorato bene in questo senso”.

Napoli, Ancelotti un mister per grandi calciatori

Napoli, Malcuit risponde a qualunque tipo di domanda e si è lasciato andare anche su Ancelotti non nascondendo la stima che nutre nei suoi confronti. Un allenatore di grandi pretese, vuole che i suoi calciatori lavorino sodo soprattutto alla tattica in difensiva, non per niente si tratta di uno dei migliori allenatori al mondo ed in quanto tale è impossibile non riuscire a seguirlo passo passo perchè promette miglioramenti e mantiene le promesse.

Per quanto riguarda i napoletani, la passione e la tifoseria, il calciatore non nasconde che è riuscito a trovare tutto questo solo in Italia, l’atmosfera in cui si gioca è ineguagliabile, non può essere paragonata a nient’altro. A Napoli si vive per il calcio e quest’atmosfera a quanto pare ha permesso a molti giocatori di diventare dei grandi per esempio Diego Armando Maradona. Per Malcuit l’obiettivo: diventare un grande, è sempre stato il principale, l’età magari non lo aiuta ma i sogni sono fatti per essere realizzati. Dice: “E’ un sogno e un obiettivo. Questo è anche ciò che ha dettato la mia ultima scelta di carriera. Sono a Napoli perché so che spero di arrivare alla Nazionale passando attraverso un grande club e grandi partite. Ovviamente, l’allenatore farà le sue scelte”. Insomma, un insieme di motivi potrebbero nascondersi dietro il suo innamoramento verso la squadra, verso l’allenatore, verso l’Itali, tutto risponde bene ai progetti e agli obiettivi; continuando ad allenarsi come sta già facendo probabilmente otterrà in fretta ciò che vuole.