Serie A, la Fiorentina perde Pioli

2

Serie A, la Fiorentina sta per perdere Stefano Pioli, a quanto pare infatti l’uomo ha deciso di lasciare la squadra. La notizia non è stata presa bene, ma l’ex allenatore della Fiorentina non vuol cambiare idea, ha già deciso che la sua avventura in squadra è giunta al termine. Ma come mai? Cosa è successo, quali sono i motivi che gli hanno fatto prendere questa drastica decisione? A quanto pare Pioli non se l’è sentita di reagire ancora una volta alle polemiche scaturite dal comunicato della società attraverso il quale gli si chiedeva al tecnico di gestire un momento importante come questo con la massima serietà e competenza proprio come ha fatto durante la prima parte del Campionato.

Questo per la Fiorentina è un periodo pessimo che ha avuto inizio con la sconfitta in casa con il Frosinone, in seguito ha fatto la sua parte anche l’addio all’Europa in campionato, insomma una serie di eventi negativi che hanno tolto parecchia fiducia al team e ai tecnici. Ecco quindi che sono iniziare le varie riunioni della dirigenza per trovare il sostituto migliore da piazzare in panchina per più tempo possibile dato che il club per quanto dispiaciuto possa essere non vuol perdere tempo e vuol pensare sin da subito al sostituto.

Serie A, contratto pronto fino al 2020 per Inzaghi

Serie A, cosa serve alla Fiorentina in questo momento? Un allenatore che sia pronto a prendersi cura del team, che rimanga per le prossime stagioni, che sia in grado di guidare la squadra nel buono e nel cattivo tempo. Sembra quindi essere stata trovata la soluzione per evitare Emiliano Bagica, questa ipotesi era stata presa in considerazione ma lasciata per ultima. L’ ex centrocampista della Fiorentina (ricoprì questo ruolo nella seconda metà degli anni ’90) ed attuale allenatore della formazione Primavera del club ha molti impegni, tra l’altro tutti parecchio importanti proprio con la squadra Primavera quindi al di là delle decisioni del team probabilmente anche lui sarebbe stato costretto a mollare.

Ecco da dove ha preso il via l’ipotesi del ritorno di Vincenzo Montella che ha guidato la Fiorentina dal 2012 al 2015 e che dopo Pioli sarebbe il massimo. Chiunque spera in lui, la dirigenza, i ragazzi, i tifosi della Fiorentina, come mai? Forse perchè si vede in lui un’ondata di positività, si spera possa portare bene e porre le basi per affrontare la prossima stagione con la giusta preparazione. Tra l’altro lui è l’unico che risponde bene a tutti i requisiti, addirittura preferito anche a Donadoni. Qualora dovesse decidere di accettare, per lui è già pronto un contratto da firmare fino al 2020, in questo momento l’ex allenatore di Milan e Siviglia è già a Firenze pronto a dirigere l’allenamento che si svolgerà nel pomeriggio.

Prendi il bonus di benvenuto: https://rallylinkitalia.bet