Champions, Messi chiude con 600 gol

5

Champions, Leo Messi è riuscito a raggiungere quota 600 gol a poca distanza di tempo dal suo nemico. Questo per lui è un ottimo risultato e lo ha ottenuto non soltanto nel momento migliore ma anche nel modo migliore ovvero con una bellissima doppietta al Liverpool durante la partita di di andata della semifinale di Champions. Le sue ultime reti sono state segnate in importantissime occasioni, la numero 598 ha deciso la Liga regalando il titolo al Barcellona, per lui invece si è trattato del decimo campionato nazionale, poi è arrivata la numero 599 durante la partita con il Liverpool e durante la quale i catalani hanno tremato, mentre la numero 600 è stata la ciliegina sulla torta, come sempre decisivo.

D’altronde chi può dire il contrario se affermiamo che nella sua carriera, in particolar modo durante le varie esperienze nel Barcellona, Messi è sempre stato decisivo? Sia prima ovvero quando era guidato da Pep Guardiola, sia dopo quando sulla panchina catalana si è seduto Luis Enrique che ha introdotto una serie di modifiche tipo varie verticalizzazioni, che adesso. Barcellona-Liverpool è l’esempio che un incontro può essere vinto in tanti modi, basta provare un pò di novità per trovare quella vincente.

Champions, Messi un protagonista dietro le quinte

Champions, Messi tra uno slalom e l’altro avrebbe voluto rimanere dietro le quinte ed invece come nella maggior parte degli incontri è diventato il protagonista sempre al centro dell’attenzione. La sua migliore apparizione è stata al momento giusto ovvero quando il Barcellona sembrava essere sul punto di cedere. Uno slalom ed un assist a Sergi Roberto, la traversa di Suarez e la ribattuta su Leo ed ecco il gol tanto acclamato.

Dopo la prima impresa l’aria diventa sempre più frizzante, il popolo non si accontenta e si aspetta di vedere un’altra magia che arriva poco dopo. Una punizione sotto l’incrocio dei pali, il suo sinistro ed il povero Alisson sono i due grandi attori protagonisti. Il portiere vola a vuoto, Messi riesce in un solo gesto a spazzare via tutto quello che il Liverpool aveva cercato di fare e di ottenere durante tutto l’incontro. Questo è stato un altro importante passo verso la finale di Champions ed ovviamente verso il Pallone d’oro. E’ solo in campo Lio, non c’è il suo rivale di sempre, ma c’è lui ed il calcio per bambini, il calcio pulito tanto amato anche da Ronaldo e che piace un pò a tutti gli sportivi.