Champions, il Manchester deferito

26

Champions, sono tante le indiscrezioni riportate sul tema nell’ultimo periodo, non ci sono certezze in merito se non per quanto riguarda il deferimento della Uefa a carico del Manchester City. La squadra è campione d’Inghilterra per il 2° anno di fila e nonostante tutto è riuscita a finire dentro il mirino del massimo organo calcistico europeo in materia di Fair play finanziario. Questa era una delle più grandi paure della squadra di Pep Guardiola e adesso si è realizzata. E’ arrivato proprio qualche ora fa un comunicato della Uefa e si è scoperto che il 7 marzo 2019 era stata avviata un’indagine oggi conclusasi con questa decisione. Ma il motivo? Una potenziale violazione del regolamento sul Fair play finanziario.

Inizialmente qualcuno prendeva per buona l’ipotesi di un blocco del mercato per una sessione a carica del club, adesso invece la società inglese rischia seriamente un provvedimento severissimo. Bisogna ritornare al mese di aprile quando l’incontro avvenuto tra alcuni ispettori Uefa e una delegazione del City, non ha soddisfatto il massimo organo calcistico europeo in materia finanziaria. Probabilmente la Uefa puntava il dito contro una serie di contratti di sponsorizzazione “gonfiati”, il fatto risale al 2014 e ha come protagonista l’Abu Dhabi United Group. Secondo quanto riportato dai media Abu Dhabi garantiva 149,5 milioni di sterline fino al 2012 e 57 milioni come sponsorizzazioni nel 2013. Il Manchester City aveva negato qualunque tipo di condotta illecita già all’inizio del 2019 negando tutte le accuse di irregolarità finanziarie.

Champions, la risposta del City

Champions, dopo aver ricevuto il comunicato della Uefa, la società inglese ha voluto chiarire nell’immediato la sua posizione. L’accaduto è stato motivo di grande delusione proprio per le accuse riportate. L’accusa sull’irregolarità finanziaria è ovviamente falsa anche se le prove fornite dal Manchester non vengono prese sul serio. Ad ogni modo le interpretazioni e le conclusioni a cui si è arrivati sono state totalmente errate. C’è anche chi è entrato in confusione per poi arrivare ad una presa di posizione totalmente negativa.

Nonostante questo, il club comunica di sentirsi parecchio fiducioso e spera fino all’ultimo minuto in un’evoluzione positiva della questione. Il rischio che corre il team è molto pesante e si tratta dell’esclusione dalle competizioni europee compresa la prossima Champions League. Ad ogni modo data la lunga istruttoria qualora dovesse scattare una sanzione con conseguente punizione, il tutto non accadrebbe prima del 2021. Detto questo non è detto che il Manchester debba necessariamente rimanere fuori dalla Champions.