Champions, Ranieri racconta la Roma

5

Champions, Claudio Ranieri ha partecipato ad una lunga intervista ed ha parlato in particolar modo della Roma in campionato. La squadra proprio domenica sera sfiderà il Parma cercando di ottenere la qualificazione alla prossima Champions League. Purtroppo per la Roma sarà tutto molto difficile perchè non è totalmente padrona del suo destino, tutto dipenderà infatti anche dai risultati di Atalanta, Inter e Milan. La partita ad ogni modo coinciderà con l’addio ai colori giallorossi di Daniele De Rossi. Nonostante tutto il team ha capito come reagire, bisogna essere positivi e determinati per raggiungere migliori risultati per il futuro.

Qualora la squadra dovesse trovare il modo per raggiungere la qualificazione, le carte in tavola cambieranno rapidamente. Le cose sarebbero potute andare diversamente però se la partita contro il Genoa fosse finita in modo migliore. Ciò che non ci voleva affatto è stato il pareggio su palla inattiva. Sarebbero bastati solamente due punti in più, quelli avrebbero dato la possibilità di andare contro la Juventus carichi e sicuri di ottenere grandi risultati. Nonostante tutto sta per arrivare con grande probabilità il periodo più bello per i giallorossi.

Champions, l’anno delle ultime presenze romane

Champions, per la Roma questo sarà un anno di ultime presenze, non stiamo parlando soltanto di Ranieri ma anche di De Rossi. Per lui sarà sicuramente una grandissima emozione giocare per l’ultima volta con la fascia sul braccio e la maglia della Roma. Sarà emozionante e triste anche per ogni singolo tifoso che in lui si è sempre rivisto e che ha tifato con amore e affetto. Allo stesso modo sarà emozionante anche per Ranieri chiamato a dirigere un team che gli è sempre stato a cuore e ammette che lo avrebbe fatto in qualunque occasione anche soltanto per una giornata.

Ma come sarà secondo Ranieri la Roma del futuro? E’ meglio non avere aspettative elevate, bisogna sempre puntare in alto ma non in eccesso. A volte andare di fantasia non gioca a favore della squadra. Secondo lui è inutile dire la Roma è prontissima ad affrontare la Champions, anzi sarebbe di migliore auspicio puntare piuttosto all’Europa League. Qualora le cose dovessero andare meglio buon per loro e buon per i tifosi. Puntare in alto per poi deludere però è ancora più grave. Ad ogni modo non si può negare che il team abbia una buona struttura ed una solida base, quindi si può fare tanto e si possono ottenere grandi cose.