Serie A, Spalletti torna a lavoro dopo l’esonero

0

Serie A, Luciano Spalletti potrebbe tornare a breve sul campo di calcio nonostante l’esonero avvenuto da poco dall’Inter. Il tecnico è stato allontanato dalla squadra nerazzurra nonostante sia riuscito ad ottenere la qualificazione alla prossima Champions League. Avrebbe commesso grossi errori non passabili e chi sbaglia paga. L’Inter ha però diversi corteggiatori, secondo le prime indiscrezioni tra i tanti nomi spicca quello di Rocco Commisso. Tra l’altro l’uomo tra pochissimo potrebbe anche diventare il proprietario di un’altra squadra abbastanza forte, la Fiorentina.

Proprio nelle ore appena trascorse l’imprenditore ha raggiunto l’Italia per cercare di accelerare l’acquisto del club viola, ieri ha incontrato il presidente Mario Cognini e Della Valle. Tutto questo con un unico scopo ovvero progettare il futuro del team. Intanto Commisso è intenzionato a fare tabula rasa nella società, uno dei suoi obiettivi è Pier Paolo Marino come direttore sportivo mentre il secondo è Umberto Gandini che dovrebbe essere inserito nel ruolo di amministratore delegato. Inoltre secondo il parere di molti, quest’ultimo potrebbe anche essere il tramite per arrivare a Spalletti. Con lui ha degli ottimi rapporti già dai tempi della Roma. Prima di arrivare ad una nuova dirigenza però dovrà risolvere qualche altro problema. Ovvero il contratto di Montella che non dovrebbe essere confermato per la prossima stagione.

Serie A, Spalletti in pole

Serie A, Spalletti dovrebbe arrivare tra poco in squadra anche se niente è detto e nulla è facile come sembra. Intanto l’allenatore c’ha tenuto a fare i suoi ringraziamenti, dice di averci messo la faccia e di averlo fatto con onore. I tifosi gli hanno dato la forza per farlo, la volontà, il coraggio. Allenare l’Inter è stata per lui l’avventura più bella, emozionante ed interessante, un vero e proprio onore che porterà con sè per sempre.

Ovviamente queste sono esperienze che formano e a lui tutto questo è tornato parecchio utile. E’ innegabile. Intanto dimenticarlo sarà difficile, ma non c’è altro da fare. Una volta sciolto il contratto con l’Inter, Spalletti tornerà ad essere un’anima vacante pronta a ricevere qualunque proposta. Il suo destino è nelle mani delle squadre più forti che se lo contendono già da qualche tempo. Vedremo come finirà questa storia e chi riuscirà a prendere il suo posto nel team nerazzurro.