Serie A, lunghe distanze tra Totti e la Roma

0

Serie A, la Roma e Francesco Totti hanno preso larghe distanze, l’ex bomber non è mai stato tanto lontano dalla squadra quanto ora. I momenti più difficili sono stati, quello di Carlos Bianchi e la convivenza con Luciano Spalletti avvenuta proprio quando il capitano giallorosso stava per terminare la carriera da giocatore. In questo momento Totti non nasconde il senso di rabbia e di profonda delusione e qualora dovesse andare via farebbe sicuramente bene secondo il parere di molti. Secondo lui e tanti altri è inutile continuare a stare Roma senza trovare una collocazione seria giocando un pò qua ed un pò la. E’ un calciatore professionista che necessita di una posizione stabile, merita di essere un’importante figura del calcio italiano. Per Totti sono già trascorsi due anni, due anni durante i quali non si è capito a cosa è destinato. Erano state fatte così tante promesse, maggiore spazio in società, ruolo definito. Niente di tutto questo è stato garantito e realizzato. Che si sia stancato di aspettare è più che lecito.

E quindi, adesso che si fa? Si sono svolte diverse riunioni, il risultato delle stesse è stato tenuto all’oscuro, non si sa quale sia stata la decisione finale. E’ stato poi chiamato da Pallotta a Londra e si è arrivati alla conclusione che allenatore e direttore sportivo con tanto di convivenza con Franco Baldini non può funzionare. Potrebbe quindi essere scelto come Presidente soltanto in modo simbolico. Perchè? Perchè non ha le basi tecniche per essere un buon Presidente. Non basta essere uno dei pià grandi calciatori di Italia, per un ruolo così importante c’è bisogno di molto altro. Bisogna essere capaci di fare tante cose, di tenere sotto controllo qualunque situazione. Tanto lavoro: 24 ore su 24, cosa che porta via tanto tempo. Il tempo però deve essere speso bene e bisogna essere bravi anche a fare questo. Bisogna avere una sorta di vocazione.

Serie A, Totti Baldini scambio di battute

Ecco perchè la confusione di Francesco Totti che non sa dove andare e che fare e sta quindi trascinando il tutto. Sappiamo chi è Totti, infatti qualche tempo fa chiese a Baldini: “cosa scrivo sul biglietto?” e lui rispose con grande ironia “scrivi Francesco Totti, perché basta quello”. Purtroppo il nome oggi non è tutto e non basta.

L’ex capitano giallorosso dentro la Roma potrebbe avere mille ruoli ma ognuno sarebbe probabilmente fuori luogo. Nella squadra tante cose stanno cambiando, bisognerebbe fare un pò di chiarezza per cercare di capire qualcosa di più.