Serie A, Fernando Torres dice addio al mondo del calcio

48

Serie A, Fernando Torres dice basta, è arrivato il suo addio definitivo al mondo del calcio ma dimenticarlo non sarà facile. Un calciatore della sua portata non potrà che essere un grande del mondo calcistico anche per i futuri anni. El Niño come i tifosi ricorderanno, debuttò in campo a 17 anni nell’Atletico Madrid dimostrando sin da subito di valere davvero tanto. Lo stop arriva dopo 18 anni di carriera e più di 300 gol tra i professionisti, chissà che la sua scelta non sia dipesa in particolar modo dall’anno che ha trascorso in Giappone al Sagan Tosu. Ha recentemente dichiarato di non essersi più divertito in campo, di avere ascoltato il suo corpo ed il corpo ha deciso questo per lui.

Dice di avere la coscienza pulita, di essere sicuro di aver preso la giusta decisione e di non voler più tornare indietro. I motivi dell’addio sono stati diversi, al momento sappiamo per certo che lascerà il calcio dopo l’ultima partita, quella del 23 agosto contro il Vissel Kobe. Proprio durante quell’incontro si sfiderà con i suoi migliori amici, Iniesta e Villa e a proposito di ciò ha dichiarato che sicuramente sarà un momento iconico.

Serie A, 405 presenze per l’addio definitivo

Serie A, per Torres è quindi arrivato il momento definitivo, dopo aver messo insieme 405 presenze e 109 reti con l’Atletico, dal 2000 al 2007 e poi dal gennaio 2015 al 2018, con vari passaggi di squadra in squadra è poi rientrato alla base dopo sei mesi al Milan. Adesso nel 2020 Torres potrebbe tornare all’Atletico come delegato del club, eppure il ragazzo dice di non volerlo fare e di preferire la formazione e lo studio prima di sposare i suoi colori.

La speranza di molti è che torni a giocare nell’Atletico, effettivamente anche a lui farebbe piacere perchè è la sua vita però non può farlo perchè questo significherebbe tornare li soltanto per metterci la faccia. La sua intenzione invece sarebbe crescere abbastanza in fretta e per poterlo fare ha bisogno di studio e di attenzione. Dall’altra parte al ragazzo va più che bene cià che ha già fatto fino al momento, quindi perchè portare avanti una carriera che gli ha già dato grandi soddisfazioni? Si è arrivati quindi al dunque, Torres non rientrerà in campo, almeno non dopo la partita di Agosto. Non c’è altro da dire, probabilmente i tifosi non la prenderanno bene ma le chiacchiere stanno a zero e la sua decisione non cambierà per nulla al mondo.