Prossima stazione… Serie A: le protagoniste del campionato

23
Serie A Pallone (foto dal web)
Serie A Pallone (foto dal web)

Tra poco più di una settimana ripartirà la Serie A con la corsa scudetto a tre tra Juve, Lazio e Inter.

Il calendario più agevole lo ha certamente la Juventus (cammino simile a quello Allegriano, con qualche schema in più) anche se la Lazio fino ad ora ha condotto una marcia quasi inarrestabile senza troppo preoccuparsi delle squadre che affrontava e facendo un calcio gradevole e d’assalto con un Immobile in gran spolvero.

In Serie A, l’Inter è quella che più ha deluso, partita a razzo e condotta la classifica per diversi mesi, si è trovata al giro di boa già in enorme difficoltà (panchina corta e gioco troppo  dispendioso di energie per reggere fino alla fine).

Questi due mesi ci diranno se l’Atalanta potrà essere ancora tra le prime quattro e se e quanto riuscirà a portare avanti il sogno Champion’s League.

Le principali antagoniste per il 4° posto e per i posti nella prossima Europa League potranno essere sicuramente Roma (ottimo gioco a sprazzi, ma Dzeko dipendente), Napoli (con Gattuso che ha riportato tranquillità ed entusiasmo ad uno spogliatoio molto nervoso ma di qualità), Milan che  dopo un inizio catastrofico, con Pioli e Ibra ha trovato le giuste quadrature e la giusta convinzione nei propri mezzi. Non è da sottovalutare il Verona di Juiric, la vera outsider del campionato insieme al Parma, gioco fresco, interpreti giovani con qualche esperto e pubblico che sogna il piazzamento tra le prime 6 della classe.

LEGGI ANCHE -> Inter, Lukaku: Siamo con le spalle al muro ma marciate pacificamente

La zona retrocessione, lasciando Spal e Brescia ormai quasi definitivamente fuori dalla lotta, si avvia ad essere il campo di battaglia per Lecce, Genoa, Sampdoria e Torino. Nell’ultima parte di campionato saranno anche i punti strappati fuori casa o le vittorie su una diretta concorrente, che varranno doppio, a fare la differenza. Si preannunciano due mesi caldi, caldissimi, i motori sono pronti, sediamoci e godiamoci il viaggio… Come diceva il mai dimenticato Maurizio Mosca “Buon Campionato a tutti!”.