CONDIVIDI
totti florenzi

Dall’amicizia fraterna al gelo. Pare sia successo questo a Francesco Totti e Alessandro Florenzi, il primo dirigente (ma ex calciatore, capitano e simbolo) della Roma, il secondo ancora in campo (e per lunghi anni) sempre con la maglia giallorossa. Scintille tra sportivi, questo lo scoop lanciato dal settimanale Chi che riguarda due pezzi importanti della storia calcistica capitolina, i quali insieme a Daniele De Rossi formano i “romani de Roma” del presente e del recente passato. Ma cosa è successo per causare un gelo così? Ancora non si sa, ma da quando Totti ha appeso gli scarpini al chiodo per intraprendere la carriera da dirigente i due avrebbero avuto un acceso diverbio e ora non si parlerebbero più. E c’è dell’altro: De Rossi avrebbe infatti preso le difese di un Totti che dicono “furioso per l’accaduto“, “lasciando in disparte” il piccolo Florenzi. Una vera bufera dunque, anche se silenziosa. In attesa di avere smentite o conferme, cosa succederà ora nello spogliatoio della Roma? Con Totti lontano dal campo e dalla quotidianità degli allenamenti probabilmente rientrerà tutto e il duo De Rossi-Florenzi si concentrerà unicamente sugli obiettivi da raggiungere con la squadra. Ma d’altra parte, anche se poco probabile, potrebbe anche accadere che Florenzi, magari non ora ma più in là, decida di cambiare aria…

Florenzi: “La Roma senza Totti non esiste”

La Roma senza Totti non esiste. Sarà un lutto quando smetterà, ma Francesco è padrone del proprio destino qualora decidesse di appendere gli scarpini al chiodo farà sempre parte della Roma. Lui è la Roma ed è la storia per ciò che ha fatto“. Parole pronunciate proprio da Florenzi ad aprile scorso, quando il futuro di Totti non era ancora delineato. Ora, sempre secondo Chi, i due non si scambiano nemmeno un saluto. Difficile da pensare per due giocatori, ma soprattutto uomini, che hanno vissuto e condiviso diversi anni di Roma, un’esperienza avara di trofei ma in cui Florenzi ha imparato, grazie anche a De Rossi, cosa significa essere simbolo e capitano di quella squadra. Per diventarlo in futuro, magari proprio tra due anni quando DDR non sarà più un calciatore giallorosso. Ma, stando così le cose, non avrebbe “l’avallo” di Totti

ULTIMO AGGIORNAMENTO – La Roma ha seccamente smentito la notizia della lite tra Totti e Florenzi data dal settimanale Chi con un “non c’è niente di vero“.