CONDIVIDI

Continua l’ATP 500 di Washington 2017, torneo che forse più di tutti in questo momento sta convogliando l’interesse degli appassionati di questo sport. Non mancano infatti colpi a sorpresa, come la sconfitta del francese Gael Monfils, vincitore lo scorso anno del titolo e sesto per importanza del torneo. A batterlo l’indiano Yuri Bhambri, solo numero 200 del ranking. Partita in parità per larghi tratti, ma l’asiatico è riuscito a sfruttare al meglio le palle break che l’avversario ha lasciato per strada, vincendo così il suo primo scontro importante. Si può parlare di crisi anche per Luca Pouille il quale, ancora una volta, ha dimostrato di non saper infilare troppe vittorie consecutive. L’avversario, il ventenne wild card Tommy Paul, sembrava giusto per allungare la striscia positiva. E invece l’americano di Washington ha dato filo da torcere e ha battagliato fino al settimo set, quando ha avuto la meglio al servizio.

Kyrgios si ritira anche a Washington

Anche per Nick Kyrgios giornata da dimenticare e prossimi tornei a rischio escusione. Il tennista si è infortunato ancora, stavolta alla spalla, e si è ritirato nel mezzo della sfida contro Tennys Sandgren. La notizia preoccupa non poco, perché il ragazzo australiano aveva già dato forfait nei tornei del Queen’s e di Wimbledon pochi mesi fa. Ma ci sono anche le certezze nell’ATP di Washington. Come quella del canadese Milos Raonic, il quale supera in scioltezza Nicolas Mahut in due set, il secondo del quale molto combattuto al set-point finale. Passa anche Sasha Zverev ma con più difficoltà contro l’ostico Thompson che lo inchioda al tie break del terzo set, con il punteggio di 4-6 6-3 7-6 (5). Gara non facile anche per Dimitrov che supera Edmund 7-5 4-6 6-3. Infine Jaziri, che aveva battuto il nostro Bega, viene eliminato da Anderson 6-4 6-1. Gli altri risultati: M. Baghdatis vs R. Harrison 6-4 6-1; J. Donaldson vs M. Polmans 6-2 6-3; D. Medvedev vs S. Johnson 3-6 6-4 7-6(1); G. Muller vs D. Tursunov 6-1 6-2.