CONDIVIDI
karamoh calciomercato inter

Yann Karamoh è finalmente un giocatore dell’Inter. Il centrocampista esterno ha lasciato il Caen per trasferirsi in nerazzurro, al termine di una trattativa lunga e piena di colpi di scena. Decisivi sono stati la volontà del giocatore di abbracciare il progetto Inter, piuttosto che restare altri sei mesi al club francese (resistendo alle sirene di BarcellonaLione e Fiorentina), e l’accordo trovato la scorsa notte tra il ds interista Sabatini e la dirigenza del Caen. Visite mediche ok in mattinata a Rozzano e firma del contratto dunque, con annuncio ufficiale sul sito della Lega Serie A. Già nota la formula dell’operazione: il giocatore passa in nerazzurro in prestito biennale con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni. Prima di accasarsi all’Inter, inoltre, il giocatore ha rinnovato il contratto con il Caen. Karamoh, coetaneo e connazionale del chiacchieratissimo Mbappè, potrà essere utilizzato dal tecnico Spalletti come esterno alto in entrambe le fasce ma anche come trequartista centrale e, in casi di emergenza, esterno basso. Si tratta di uno dei giovani più promettenti del calcio francese, spesso paragonato al primo Neymar, un classe ’98 che fa di dinamismo, esplosività e piedi buoni le sue caratteristiche principali. Il tutto, ora, al servizio di Spalletti, che sicuramente ne esalterà le caratteristiche e gli concederà diversi minuti nella sua prima esperienza in Italia.

Karamoh a Milano: Gabigol vola in Portogallo

Cresciuto nel Racing Club de France, Karamoh si è trasferito al Caen nel 2011 e proprio con il club rossoblu, dopo aver fatto tutta la trafila nelle giovanili, si è imposto come uno dei più importanti talenti del calcio francese, esplodendo definitivamente nella stagione 2016/17. Un bel colpo dunque per il club di Suning. L’Inter ha poi ufficializzato anche l’acquisto del giovanissimo difensore dell’Atalanta Alessandro Bastoni (arriverà però nel 2019). Sfumano invece i difensori Mangala del Manchester City e Mustafi dell’Arsenal. In uscita, Gabigol ha accettato l’offerta del Benfica: prestito con diritto di riscatto fissato a 25 milioni più una percentuale nelle casse nerazzurre sulla futura rivendita dell’attaccante brasiliano. Resta all’Inter poi Ranocchia, mentre Ansaldi (inizialmente trattenuto in rosa) potrebbe clamorosamente andare a uno scatenato Torino.