CONDIVIDI
calciomercato juventus schick strootman howedes pellegri

Non è facile capire le strategia di calciomercato, soprattutto quando parliamo di Juventus. Ma partiamo con ordine con i dati sicuri. Il tedesco Benedikt Höwedes, 1 metro e 87 centimetri di esperienza difensiva, è atteso domani all’ora di pranzo all’aeroporto di Torino per le visite mediche. Con lo Schalke 04 si è trovato l’accordo per un prestito di 3 milioni di euro e un’eventuale riscatto fissato a 10 milioni (più ricchi bonus). Il centrale rappresenta un elemento importante per i bianconeri perché sa ricoprire ogni ruolo della difesa, come ha mostrato bene in quello che rimane finora il vertice della carriera, il vittorioso Mondiale in Brasile del 2014. Si fanno insistenti poi le voci su l’interessamento per Pietro Pellegri, attaccante classe 2001 del Genoa già presente alla Nazionale under-17. Il campioncino è visionato anche dal Milan e dal Manchester City, ma la Juventus domani formulerà un’offerta concreta, anche se resterà in Liguria almeno per altri due anni. Insomma Marotta punta sia a giocatori d’esperienza che giovanissimi per un mix vincente negli anni. Infine c’è da segnalare la situazione di Asamoah. Il Galatasaray lo vuole a ogni costo e ha fatto un rilancio ufficiale alla vecchia offerta di un mese fa per averlo.

Calciomercato Juventus: strategie e scambi

Non è sempre facile capire le strategie del calciomercato dicevamo. Soprattutto di quello italiano, dove ogni mossa può rappresentare il contrario di se stessa. Nelle ultime ore sono sfumati due colpi che sembravano nell’orbita della Juventus. Keita sta infatti per firmare con il Monaco ( ma in questo caso è stata solo l’offerta di uno stipendio più alto a convincere il senegalese). E Schick è convolato a nozze con la Roma. I mugugni dei tifosi sul tema c’è, ma sono motivati? La Juventus infatti ha una squadra pressoché completa e rinforzata rispetto alla scorsa stagione, come affermato dallo stesso Marotta. Inoltre un favore a una squadra a cui stai chiedendo un giocatore è sempre una cosa gradita a quel club… Per essere più chiari, Marotta avrebbe mollato la presa su Schick per convincere i giallorossi a liberarsi di una delle sue pedine a centrocampo: Kevin Strootman. Le due società da tempo sono alleate sul mercato e questa mossa potrebbe rappresentare una parte degli accordi per cedere l’olandese. Anche perché la differenza tra offerta, 40 milioni, e domanda, di 45, non è affatto grande. Con Kevin, Allegri non avrebbe più problemi di formazione e potrebbe varare quella formazione ad ‘alberto di Natale’ (4-3-2-1) da tanto tempo rimandata.