CONDIVIDI
spinazzola calciomercato juventus atalanta

Continua il muro dell’Atalanta per lo “juventino” Leonardo Spinazzola. Il centrocampista esterno, di proprietà bianconera ma in prestito agli orobici per un’altra stagione, è da giorni nel mirino dei campioni d’Italia che stanno facendo di tutto per riportarlo a Torino con un anno di anticipo. Il club bergamasco però è irremovibile dalla sua decisione: tenere Spinazzola (e l’altro juventino Mattia Caldara) fino a giugno 2018. Al punto da non prendere nemmeno in considerazione una presunta offerta da 28 milioni di euro del Borussia Dortmund. Antonio Percassi, patron dell’Atalanta, non intende privare il tecnico Gasperini dei suoi migliori giocatori in vista del nuovo campionato, in cui confermarsi in alto in classifica, e dell’atteso ritorno in Europa League. Nulla da fare dunque per la Juventus, che a meno di clamorosi ripensamenti dovrà abbandonare la pista Spinazzola e accontentarsi di veder crescere l’esterno dell’Italia Under 21 ancora per dodici mesi a Bergamo. A complicarsi nelle ultime ore, inoltre, è anche un’altra trattativa che sembrava chiusa: quella di Joao Cancelo del Valencia. Sul terzino portoghese, su cui la Juve e gli andalusi avevano trovato un accordo di massima, è piombata l’Inter che sarebbe disposto a cedere al Valencia il centrocampista Kondogbia, ambitissimo dagli andalusi, per soffiare il giocatore ai bianconeri.

No per Spinazzola: è stallo Keita

Ed è ancora ferma la trattativa Keita: l’attaccante della Lazio, in campo ieri nell’ultima amichevole dei biancocelesti contro il Malaga, ha rifiutato tutte le offerte ricevute (Milan, Inter e Napoli) per vestire il bianconero. Il problema è il mancato accordo tra Lazio e Juve, con il presidente capitolino Claudio Lotito che chiede almeno 27 milioni e il ds juventino Paratici fermo a massimo 20. Dopo Ferragosto (e la Supercoppa italiana del 13 agosto) ci sarà un nuovo assalto. Stallo anche per il centrocampista del PSG Blaise Matuidi, nonostante l’ultima apertura dei transalpini. In uscita è ufficiale il prestito secco per un anno del giovane Rolando Mandragora al Crotone.