CONDIVIDI
ferrero ballando con le stelle

Massimo Ferrero concorrente di “Ballando con le stelle”: questa l’incredibile indiscrezione del settimanale di gossip Spy, il quale ha rivelato che il presidente della Sampdoria dovrebbe partecipare allo show di ballo di Rai Uno, come di consueto condotto da Milly Carlucci. Ad anticiparlo ad alcuni amici in via confidenziale sarebbe stato proprio lo stesso Ferrero, il quale figurerebbe dunque tra le stelle di sport e spettacolo che si contenderanno la tredicesima edizione del seguitissimo programma “ballereccio” al via in primavera 2018. A giudicarlo, così come gli altri concorrenti, la tremenda giuria composta da Selvaggia Lucarelli, Ivan Zazzaroni, Guillermo Mariotto, Carolyn Moreno e Fabio Canino. “Ho accettato l’offerta ma parteciperò a modo mio” avrebbe detto Ferrero, il che la dice lunga su cosa ci si potrebbe aspettare da lui a “Ballando con le stelle“, un personaggio che ha da sempre colpito per spontaneità, comicità e modi di fare a dir poco insoliti. I siparietti con la sua partner di ballo, i compagni di avventura, la Carlucci e la giuria (magari anche con il musicista Paolo Belli) sono infatti dietro l’angolo e chissà che questo suo modo di essere e di fare, in un paese come l’Italia, possa portarlo fino in fondo nel programma con la spinta del televoto. Intanto la giuria è già “terrorizzata”: la blogger Selvaggia Lucarelli ha postato l’ironico commento “Pregate per me” sul suo profilo Twitter in merito alla partecipazione di Ferrero. Ne vedremo delle belle..

Ferrero tra “Ballando con le stelle” e Schick alla Roma

Dal ballo al calcio, la sua passione e professione, Ferrero è reduce da un agosto caldissimo con la sua Sampdoria, tra il momentaneo primo posto in classifica e un grande mercato. L’operazione più clamorosa è stata la cessione dell’attaccante Patrik Schick alla Roma, uno dei giovani più promettenti d’Europa e finito in giallorosso dopo una bagarre incredibile tra diversi club. Schick è passato alla Roma di cui Ferrero è tifosissimo (e chissà che questo non abbia influito sull’ok della Samp all’addio del talento ceco…) ma che, tuttavia, ha causato dispiacere in lui: “É un grande dolore – ha detto di recente – ma sono felice che sia andato alla Roma. Troverà un bell’ambiente che lo accoglierà bene e in cui potrà crescere ancora. In altre squadre avrebbe avuto altri campioni davanti, alla Roma invece giocherà”.