CONDIVIDI
contador ritiro ciclismo

Alberto Contador ha deciso di ritirarsi dal ciclismo e lo farà dopo aver corso la prossima vuelta Espana. Ultima corsa che giocherà quindi “in casa” e nel quale sarebbe bello che trionfasse per chiudere con una vittoria la sua splendida carriera. In questa scelta è pesato molto probabilmente il suo ultimo tour de France chiuso in nona posizione lontanissimo da Froome dove raramente è riuscito a stare al passo dei migliori ma che  ha comunque cercato di onorare provando a vincere una tappa e scattando in certe occasioni a oltre cento chilometri dall’arrivo per “fare la storia”. Non c’è riuscito ma correndo in questa maniera si è conquistato ancor più affetto da parte dei francesi e di tutti gli amanti dello sport. Lo spagnolo darà il suo addio alle due ruote all’età di 35 anni dopo esser stato uno dei sei ciclisti ad aver vinto tutti e tre i grandi giri: ha trionfato in Italia nel 2008 e nel 2015, al Tour nel 2017 e nel 2009 mentre a casa sua ha trionfato nel 2009, nel 2012 e nel 2014.

Contador si ritirerà dopo la prossima Vuelta Espana 2017

Contador ha regalato tanto spettacolo negli ultimi dieci anni macchiati però da quello scandalo sul doping che lo colpì nel 2010 quando fu trovato positivo al clenbuterolo con il ciclista che si difese dicendo che la sua positività era dovuta ad una bistecca contaminata. Le prove trovate qualche giorno dopo di autoemotrasfusione portarono lo spagnolo ad una squalifica di due anni, poi ridotta ad uno. Il 15 febbraio dl 2011 la squalifica venne annullata con Contador che tornò a correre ma sia la Wada e sia l’Uci fecero ricorso al TAS di Losanna vincendolo e ottenendo la squalifica per due anni di Contador in maniera retroattiva con il ciclista che perse sia il Toru del 2010 e il giro del 2011. Resterà una piccola macchia in una carriera di grandi successi e il suo ritiro siamo certi lascerà un grande vuoto nel ciclismo che verrà.