CONDIVIDI
dovizioso prove libere 2 motogp austria

Alle 14.05 hanno preso il via le seconde prove libere del MotoGP d’Austria 2017, in programma domenica. Nelle prime della mattinata Dovizioso aveva mostrato un’ottima condizione di gara. Queste prove invece sono state condizionate da un’incertezza diffusa nei box. La pista è bagnata per le piogge di poche ore prima e i piloti vogliono conservarsi le gomme da bagnato per le qualifiche ufficiali. Nei primi minuti Valentino Rossi, Abraham e Baz sono gli unici ‘capitani coraggiosi’ che si lanciano in giri perlustrativi della pista in queste condizioni. Li seguono prima Redding e Zarco, poi tutti gli altri solo quando la pista del Red Bull Ring si asciuga in modo soddisfacente. Ritardatari Vinales, Lorenzo e Petrucci, i quali aspettano di vedere le mosse degli avversari in pista. Ben presto quindi le prove libere si trasformano in un duello personale tra Marquez e Dovizioso, a meno di sette decimi dallo spagnolo a metà libere, poi ridotti a tre. Gli altri piloti restano per ora a guardare: non c’è motivo di forzare per ora. Basti pensare che fin quasi alla fine Rossi, Crutchlow, Iannone e molti altri restano indietro con tempi alti, fuori anche dal decimo posto.

Nei minuti finale viene fuori un grande Dovizioso

Momentaneamente appunto perché in realtà i motociclisti stanno solo aspettando il momento migliore. A quindici minuti dalla bandiera a scacchi infatti l’asfalto è ormai asciutto e gommato a sufficienza dai chilometri macinati precedentemente. E così vengono fuori quelli che saranno i protagonisti nella prossima gara. Inizia Iannone a dare la scossa, terzo (anche se per pochi minuti. Poi è la volta di Lorenzo prendersi la prima posizione, superando di un niente Zarco e Vinales. Pedrosa sfodera un ottimo 1’24 e 474 decimi e sembra a tutti il candidato ideale a prendersi queste prove libere. Ma mancano due giri e tutto si ribalta. Vinales emerge a 1’24.280, invece Marquez rimane dietro, anche se di solo di pochi decimi (settimo a 1’24.649). Eppure oggi le Ducati hanno qualcosa in più. O forse è Dovi ad avere più benzina. Nell’ultimo cronometro utile il pilota di Forlimpopoli straccia tutti con l’incredibile 1,24.046. La classifica finale recita dunque: Dovizioso, Vinales, Pedrosa, Zarco, Lorenzo, Barbera, Marquez, Crutchlow, Espargaro, Redding.