CONDIVIDI
europeo polonia 2017 pallavolo italia turchia 3-0

Gli azzurri della pallavolo sono ancora in piena corsa nell’Europeo 2017 in Polonia. La squadra di Blengini ha superato in scioltezza il primo passo nel girone eliminatorio e affrontava oggi negli ottavi la Turchia, con cui ha vinto nettamente. I turchi non sono avversari da sottovalutare, chiedere all’Olanda, e li affrontiamo con la seguente formazione: Vettori, Giannelli, Lanza, Antonov, Mazzone, Piano, mentre come liberi si alternano Balaso e Colaci. Insomma, squadra che vince non si cambia. Di contro gli anatolici oppongono Troy, Arelan, Subasi, Gozkov, Matic, Eksi e Gunes. Dopo i primi minuti di studio, gli azzurri trovano un leggero vantaggio che cercano di gestire nel corso del primo set di gioco, suggellato da Lanza su schiacciata per l’8 a 5. Il distacco si allarga ulteriormente nei minuti successivi quando il baker di Piano apparecchia la schiacciata imprendibile di Vettori per il 15 a 10. Di lì in poi gli azzurri della pallavolo dilagano e la prima parte di gara si chiude con il 25 a 16 per noi. Nel secondo set i turchi sembrano partire meglio dopo la palombella di Ekci e la schiacciata di Goraci. Ci pensano Giannelli e Vettori, oltre la rete oggi decisamente amica, a far passare l’Italia in vantaggio sul punteggio di 8 a 6. Da quel momenti i ragazzi di Blengini prendono fiducia e sembrano non fermarsi più.

Pallavolo Italia: terzo set infinito con la Turchia

Difatti l’Italia macina bel gioco, portandosi su 21-11. Il time out di Mister Milenskovi giunge provvidenziale e gli eredi degli ottomani riescono a recuperare qualche punto grazie ai buoni muri creati. Poi Lanza e Vettori decidono di chiuderla, e anche il secondo set è nostro, 25 a 17. Nel terzo set assistiamo alla reazione furiosa dei turchi, i quali vogliono solo una cosa: riaprire la partita. Al riposo chiesto da Blengini i nostri sono sotto di quattro punti e piuttosto demoralizzati di chiuderla. L’allenatore però apporta le necessarie correzioni, riordina le fila e li rigetta in campo con uno spirito diverso. Vero che oggi i turchi sbagliano tanto, ma la pallavolo azzurra riesce in una rimonta pazzesca, dal 5 a 8 con il pipe di Lanza appena rientrato al 24 pari di un indiavolato Vettori, ace da paura. Gli azzurri sventano un set point dopo l’altro (chiedete a Lanza come si trovano le mari del muro quando sembrava finita sul 25 a 26 per gli avversari) e si ritrovano a vincere 31 a 29 con il doppio punto per tocco di muro causato da Antonov. Partita leggendaria per una grande Italia. Ai quarti troveremo quindi il Belgio, domani alle 20:30.