CONDIVIDI

Dopo aver perso la maglia di leader della classifica generale, Peter Sagan ha riconquistato il primo posto della generale nel Giro di Polonia 2017 dopo esser arrivato secondo nella terza tappa di ieri. Una tra le più dure di questo Tour de Pologne che è stata caratterizzata da una fuga di sette uomini che hanno avuto un vantaggio massimo di 3’50”, ma ad un certo punto il gruppo ha aumentato il ritmo è piano piano ha iniziato a guadagnare sui fuggitivi fino a raggiungerli prima della fase finale dove è scoppiata la bagarre. Ai meno venti chilometri infatti sul Gpm di Salmopol, la quarta asperità di giornata, la gara si è accesa grazie alla Katusha che ha aumentato il ritmo in gruppo per favorire l’attacco di Zakarin che è scattato ai meno due dalla vetta guadagnando un vantaggio massimo di quindici secondi che non sono però bastati al corridore per scollinare davanti al gruppo che ha ripreso il russo prima della fine della montagna.

Nel giro di Polonia 2017 terza tappa a Teuns: il leader torna Sagan che aveva perso la maglia dopo la seconda tappa

Raggiunto il russo ci ha provato Jack Haig che è riuscito a scollinare con qualche secondo di vantaggio mantenendolo fino all’ultimo chilometro quando è stato raggiunto dal gruppo, veramente sfortunato l’americano raggiunto ad un passo dal traguardo. La tappa si è decisa quindi nell’ultimo strappo che prevedeva pendenze medie intorno al 15% con il nostro Valerio Conti che ha provato a sorprendere tutti ma sia Adam Yates e sia il belga il Dylan Teuns si sono riportati sull’azzurro con quest’ultimo che ha ripreso l’italiano e si è involato in solitaria riuscendo ad arrivare sul traguardo prima di tutti, con Mayka e Sagan scattati un pò troppo tardi e che non sono riusciti a ricucire il divario che si era creato con il belga. Primo degli italiani Domenico Pozzovivo mentre male il nostro Vincenzo Nibali arrivato in dodicesima posizione a 14 secondi da Teuns. Quanto alla classifica generale Sagan torna in vetta ed ora ha sei secondi di vantaggio sul vincitore di tappa di ieri e dodici secondi su Rafael Mayka.