CONDIVIDI
prove 3 mondiale formula 1 gran premio italia monza 2017 massa

Torna il Mondiale di Formula 1 con il Gran Premio di Monza che si correrà domani. Il giro sulla pista italiana è la 13esima tappa del Mondiale. Siamo arrivati a uno snodo che probabilmente deciderà tutta una stagione. Spesso infatti il circuito emiliano è stato la cornice ideale per quel pilota che poi ha potuto vincere la competizione di Formula 1. E in merito alla gara di quest’anno, sarebbero state perfette per le ultime prove della nuova gomma ultra soft della Pirelli sui lunghi e velocissimi rettilinei del circuito di Monza. Ieri le prove libere 1 e 2. Per oggi erano previste le prove 3 in mattinata e le qualifiche nel pomeriggio. Le prove 3 sarebbero dovute iniziate poco dopo le 11:00, ma le condizioni atmosferiche hanno fatto causare parecchio ritardo, fin quasi alla decisione di annullarle per necessità. Infatti il commissario di gara Charlie Whiting non ha dato immediatamente l’assenso a scendere in pista e, seppur il cronometro delle prove era partito, in realtà tutte le macchine erano ferme ai box ad attendere la decisione. La sicurezza dei piloti giustamente al primo posto. Inoltre anche se si fosse scesi in pista ci sarebbe stato il dubbio che i dati eventualmente raccolti sarebbero utili. Domani infatti, ironia della sorte, in gara le previsioni danno sole stabile e temperature gradevoli.

Prove 3 Gran Premio Formula 1, tutto annullato

I minuti passano e i piloti non possono fare altro che gironzolare nei box, aspettando il via libera del commissario di gara che pare non arrivare mai. Solo la safety car si intravede nel diluvio di Monza a controllare quello che pare evidente, cioè la pista impraticabile per le vetture. Solo nei quindici minuti finali finalmente le pozze d’acqua diventano meno evidenti e le vetture possono fare qualche giro con le gomme da bagnato, le full wet. Gli unici piloti a impegnarsi davvero sono quelli delle Williams, i quali infatti fanno i migliori tempi (Massa scende a 1’40.660), comunque molto alti rispetto alle velocità migliori su asciutto. La classifica finale, comunque poco significativa a fini speculativi, dei primi dieci tempi allora è stata: Massa, Stroll (sempre in Williams, arrivato con il tempo di 1’40.888), Hulkenberg, Sainz, Palmer, Ericsson, Kvyat, Ricciardo, Verstappen e Vettel. Il compagno in ferrari subito dopo all’11esimo posto. Hamilton, ultimo, ha fatto solo un paio di giri perlustrativi. Alle 14:00 però ci sarà l’evento più importante della giornata, cioè le qualifiche ufficiali del Gran premio d’Italia, a Monza.