CONDIVIDI
bolt mondiali di atletica

Peggio non poteva chiudersi la carriera, che resta magnifica, di Usain Bolt che con la staffetta della 4×100 sperava di ottenere il ventesimo oro della propria carriera ed invece un crampo lo ha fermato durante la corsa dei suoi cento metri. Un vero peccato perchè l’impressione è che l’oro poteva essere un traguardo possibile ed invece dopo alcuni metri il giamaicano si è accasciato a terra, con la Gran Bretagna che ha vinto la gara. E’ tanta la delusione e a fine gara ma non sono mancate nemmeno le polemiche testimoniate dalle parole di Blake, il terzo centometrista di ieri che dopo l’infortunio di bolt ha affermato che la colpa è di aver tenuto tutti gli atleti al freddo per troppo tempo tanto da essersi scaldati per ben due volte e alla fine quello che ne ha pagato le spese è stato proprio il più forte di tutti. Anche gli altri due compagni di Bolt, Mec Leod e Julian Forte sono rimasti delusissimi dal finale di gara nel vedere il loro compagno di squadra cadere sulla pista di atletica. Bolt ha messo molto tempo prima di parlare, molto probabilmente la delusione era veramente tanta a fine gara che ha salutato brevemente il pubblico per poi rientrare negli spogliatoi: “Non era certo questo il modo con il quale avrei voluto dirvi addio. Ho dato tutto in pista. Ho dato tutto me stesso come sempre. Mi spiace non avervi salutato ma domani sarò allo stadio e mi farò vedere”.

Bolt crolla a terra per infortunio nella staffetta 4×100 metri

Non è mancata la vicinanza degli altri atleti verso il campione giamaicano soprattutto di colui che lo ha battuto nei cento metri sabato, infatti Gatlin ha fine gara ha chiaramente detto che non saranno questi mondiali a sporcare quanto di buono fatto da Usain. Anche per lui comunque l’esser rimasti al freddo troppo presto può aver inciso su quest’infortunio. Il campione del mondo ha anche aggiunto che secondo lui tra qualche anno Bolt tornerà a correre. Staremo a vedere, quel che  chiaro che da oggi il giamaicano è un ex atleta e sarà veramente difficile dimenticarlo, anzi siamo certi che nessuno potrà mai dimenticare questo campione straordinario di cui i suoi record sono destinati a durare a lunga. Grazie di tutto Bolt.