CONDIVIDI
mondiali di atletica tortu

Tutta l’Italia ci sperava ma l’impresa era davvero proibitiva. Dopo la semifinale raggiunta a fatica da Alessio Tortu nei 200m speravamo tutti di vederlo nelle prime posizioni al termine della batteria ma purtroppo l’azzurro non è andato oltre il sesto posto e di conseguenza per lui non ci sarà alcuna finale. Resta comunque un buon risultato la semifinale ottenuta per il giovane Tortu venuto qua per fare esperienza vista la giovane età e siamo sicuri che nei prossimi anni potrà regalarci qualche bella soddisfazione. L’azzurro ha chiuso con il tempo di 20″62 tenendo dietro gente importante come Akani Simbine e Rascheed Dwyer e proprio per questo la sua corsa può considerarsi più che positiva, ci sarà tanto tempo per migliorarsi e l’obiettivo è arrivare alle prossime olimpiadi con un bagaglio d’esperienza importante che attraverso queste gare si acquisisce.

Tortu è sesto nella batteria dei 200 metri: niente finale

Per quanto riguarda le altre gare batterie dei 200m da segnalare il rientro di Makwala che nella giornata precedente era stato tenuto fuori dallo stadio per via dell’intossicazione alimentare che lo aveva colpito insieme ad altri atleti. Oggi è stato riammeso in gara è con il secondo posto conquistato si guadagna la finale dove con non pochi brividi è passato anche il sudafricano Van Niekerk che ha chiuso la sua batteria in terza posizione rischiando di fatto una clamorosa eliminazione che non è arrivata grazie a due centesimi di vantaggio rispetto al francese Lemaitre che ha chiuso in 20″30 contro i 20″28  di Van Niekerk. La notizia positiva di giornata per i nostri colori è senz’altro la finale raggiunta dall’azzurro Marco Lingua nel martello che è riuscito a ottenere il pass con l’ulimo posto a disposizione mentre nulla da fare per Simone Falloni giunto trentesimo. Fuori anche la Bertoni nei 3000 siepi cosi come la Strati nel salto in lungo.