CONDIVIDI

E’ ufficiale, sarà Marc Marquez a partire in prima fila nel decimo Gran Premio di Moto Gp di Brno domani. Ma gli avversari non sono stati certo a guardare, a cominciare dall’eterno Valentino Rossi. Le qualifiche ufficiali in Repubblica Ceca sono iniziate poco dopo le 14.30 e hanno visto in pista anche il malconcio Cal Crutchlow. Il pilota caduto nelle terze prove libere di questa mattina e dolorante alla schiena. Nonostante ciò è lui a prendersi il primo giro veloce in 1 minuto e 55.778 secondi. Anche gli altri motociclisti cominciano ad anelare cronometrie interessanti, sulla scia delle ultime libere. Come quando Pedrosa si porta a 1’55.313 secondi, dimostrando che il pilota è tutt’altro che fuori dai giochi per questo Mondiale di Moto Gp. A pochi decimi Marquez. Anche Lorenzo avrebbe un ottimo risultato, momentaneamente terzo. Ma una sbavatura alla curva 14 (un banale eccesso di velocità) gli annulla il tempo ed è tutto da rifare.

Marquez, la pole è sua

Lo spagnolo non si perde d’animo è in pochi minuti ritrova quel terzo posto, con il casco rosso nel primo settore e ottimi tempi negli altri, che gli era stato tolto dai commissari. Passano però quattro minuti e sale in cattedra Marc Marquez con un giro eccezionale, 1’54.981. La pole è sua e non gliela toglierà più nessuno da questo momento. Ci prova il Dottore che compie quasi il miracolo negli ultimi giri, con il suo 1’55.073. Vicino, vicinissimo al campione del mondo. Segue Dovizioso a +0.138 da Marc per il momentaneo terzo stallo. Dura pochi secondi la Ducati in quella posizione. Così decide Pedrosa arrivato al traguardo a 1 minuto e 55.180 secondi. La griglia di partenza di domani quindi sarà questa: Marquez, Rossi, Pedrosa, Dovizioso, Crutchlow, Lorenzo, Vinales, Petrucci, Bautista, Zarco. Si preannuncia una gara emozionante, con le Honda in leggero vantaggio (prima e terza posizione). Le Yamaha aggrappate a Rossi e le Ducati un po’ a rilento in quarta con Dovizioso.