CONDIVIDI
qualifiche motogp austria marquez dovizioso

Dopo giorni di prove libere, si comincia a fare sul serio. Alle 14.10 infatti hanno preso il via le qualifiche MotoGP ufficiali del Gran Premio d’Austria. Diciamo subito che i tempi sono stati tutti migliori rispetto alle libere, con le conferme dell’ottimo momento per Marquez e Dovizioso. Lo spagnolo in particolare si era già preso in mattinata le prove libere 3 e 4 (in quel caso con 1’24.180). Inizialmente già nei primi minuti della Q1 Dani Pedrosa vuole strafare e gira a 1’23.9, seguito da vicino da Barbera. Con questi tempi i due si stanno inizialmente assicurando la Q2. Gli altri piloti non lo imitano subito e aspettano di far scaldare la pista a sufficienza. Buone prestazioni anche per Kallio e il nostro Petrucci. L’italiano tenta la sorpresa. Dopo essere tornato in pista con le gomme morbide, come gli altri piloti, si lancia nel giro della vita: 1 minuto e 23.754 secondi. E’ un tempo monumentale che gli consente di superare anche Pedrosa. Alla fine della Q1 cade il povero Redding, il quale stava girando in tempi sempre migliori, e viene escluso. Passano Petrucci, Pedrosa e Folger. Nella Q2, stando queste premesse, ci si divertirà.

Qualifiche MotoGP: battaglia nella Q2

E infatti i tempi si abbattono ulteriormente nella seconda parte delle qualifiche MotoGP. E’ di Vinales il primo squillo, 1’24.208, Lorenzo a due centesimi. In queste situazioni di pressione i fuoriclasse emergono. Marques infatti è un fulmine e nei primi minuti firma l’ottimo 1’23.932. Lo spagnolo è seguito come un ombra nei tempi da Rossi e Dovizioso, il quale si fa sempre più sicuro dei propri mezzi. A pochi minuti dalla bandiera a scacchi, ancora un cambio di gomme per tutti i box. Marquez bada bene a non lasciare nemmeno le briciole agli avversari e migliora il cronometro con un giro straordinario, 1’23.235. Non lascerà più la prima posizione. Tutti gli altri lo inseguono ma a fatica. Solo Dovizioso lo incalza a 1’23.379, a malapena un decimo di distacco. Per riassumere i piloti domani partiranno con la seguente griglia: Marquez, Dovizioso, Lorenzo, Vinales, Petrucci, Zarco, Rossi, Pedrosa, Crutchlow e Iannone. Bisogna dire però che la Safety Commision valuterà le condizioni atmosferiche: se pioverà è a rischio lo svolgimento della gara.