CONDIVIDI
insigne italia

L’Italia di Gian Piero Ventura prosegue a Coverciano, in ritiro blindato, la preparazione per la delicata gara contro la Spagna. Gli azzurri, infatti, se la vedranno con le Furie Rosse sabato sera (ore 20,45) allo stadio “Santiago Bernabeu” di Madrid in un match cruciale per la qualificazione ai Mondiali 2018. Sarà uno scontro al vertice: entrambe le nazionali sono prime nel gruppo G di accesso al campionato del mondo e chi vince si prende la testa del raggruppamento, mentre chi perde scende al secondo posto con lo spettro dei playoff. Un pareggio renderebbe invece decisiva, salvo passi falsi di una delle due squadre nelle partite successive, la differenza reti. E l’Italia vuole fare il colpaccio in Spagna, per questo Ventura sta sperimentando soluzioni tattiche tali da mettere in difficoltà la selezione del CT Lopetegui. Una mossa a sorpresa potrebbe essere quella di tenere inizialmente in panchina il napoletano Lorenzo Insigne, per poi gettarlo nella mischia a gara in corso, quando gli equilibri iniziano a rompersi e il talento del partenopeo potrebbe essere fondamentale. In tal caso Ventura di affiderebbe a un 3-4-1-2 con la “strana idea” Verratti trequartista alle spalle della coppia d’attacco BelottiImmobile. L’alternativa, con Insigne in campo, è uno spregiudicatissimo 4-2-4 che vede “lo scugnizzo” e Candreva sulle fasce e sempre Belotti-Immobile davanti. In difesa, davanti al portiere Buffon, si riforma la BBC (Barzagli-Bonucci-Chiellini), mentre è bagarre a centrocampo a seconda del modulo. Di tempo per decidere ce n’è ancora molto.

Insigne in forse: Chiellini è già carico

E mentre Insigne attende la scelta del tecnico Ventura sul suo impiego, il difensore Giorgio Chiellini è già carico per la sfida alla Spagna: “Troveremo – ha detto oggi lo juventino in conferenza stampa – una Spagna che ha chiuso un ciclo e avrà dunque un atteggiamento diverso rispetto a quello a cui eravamo abituati. Mi aspetto comunque una squadra pericolosa e, da parte nostra, ci vorrà una partita di grande spessore. Andiamo a giocarcela con grande rispetto. Affronteremo poi Morata che è un giocatore eccezionale e ha ancora ampi margini di miglioramento”. A rispondergli, dal ritiro spagnolo, è il portiere del Napoli Pepe Reina: “L’Italia è una squadra forte e sarà una partita dura, il pareggio non ci starebbe male ma nella nostra testa c’è solo la vittoria. Gli azzurri hanno grande ricchezza tattica e contro di loro abbiamo sempre fatto fatica”.