CONDIVIDI
real madrid manchester united supercoppa europea 2017

Ad alzare la coppa è sempre il Real Madrid. Due mesi fa a Cardiff davanti alla Juventus, per la Champions League, questa sera a Skopje contro il Manchester United, per la Supercoppa europea. Le Merengues hanno sconfitto i rivali Red Devils per 2-1 nella gara unica che assegnava il primo trofeo internazionale stagionale. Nulla da fare per gli uomini di Mourinho: schiacciante è stata la superiorità dei Galacticos, che con questa vittoria eguagliano il Milan nelle Supercoppe europee vinte (5) e fanno entrare nella storia il loro tecnico Zinédine Zidane (1 Liga, 2 Champions League, 2 Supercoppe europee e 1 Mondiale per club vinti in un anno e mezzo da allenatore del Real Madrid). Pronti via e i Blancos vanno vicini al vantaggio con una zampata di Bale, di poco alta. Ancora Real a un passo dal gol con una clamorosa traversa di Casemiro, colpita di testa su calcio d’angolo di Kroos. Ma è il preludio al vantaggio: la difesa United è troppo molle e al 23′ Carvajal serve una palla fantastica in diagonale per il solito Casemiro, che di interno sinistro insacca alle spalle di De Gea firmando l’1-0. L’unico sussulto del Manchester è al 45′ con un colpo di testa di Lukaku parato senza problemi da un Navas fino a quel momento poco impegnato.

Real Madrid-Manchester United: la svolta nel secondo tempo

La ripresa prosegue sullo stesso filone del primo tempo, Real Madrid aggressivo e Manchester United che cerca di pungere in ripartenza. I Red Devils però soffrono tremendamente in difesa e, dopo una super parata di De Gea su sassata di Kroos, subiscono il raddoppio al 51′: fantastica triangolazione Isco-Bale-Isco e palla infilata all’angolino basso dal trequartista spagnolo. Il Manchester ha l’occasione di accorciare le distanze al 53′, ma prima Pogba (colpo di testa addosso a Navas) e poi Lukaku (destro alle stelle) sprecano due palle gol in un’unica azione; sul capovolgimento di fronte invece Bale centra in pieno la traversa e sfiora il definitivo 3-0. Il ritmo non si abbassa mai e i Red Devils trovano il gol che riapre la partita al 61′: Lukaku mette in rete una respinta non irresistibile di Navas su tiro da fuori di Matic e segna il 2-1 (primo gol ufficiale per lui in maglia United). Il Real rischia addirittura il pareggio beffa all’80’ quando il neo entrato Rashford viene imbeccato in area da Mkhitaryan ma spedisce il pallone a lato. Nel recupero è assalto (poco convinto) degli inglesi, Navas para un pericoloso colpo di testa di Fellaini e De Gea compie un miracolo su destro a botta sicura di Asensio, servito da Vazquez dopo una pregevole azione personale. Poi il triplice fischio e la festa Real, l’ennesima di una storia inimitabile.

Gli highlights di Real Madrid-Manchester United 2-1