CONDIVIDI
lorenzi e fabbiano us open

Continua a togliersi delle belle soddisfazioni Paolo Lorenzi che all’età di trentacinque anni eguaglia il suo record negli Us Open qualificandosi al terzo turno come lo scorso anno e ora l’obiettivo è raggiungere per la prima volta gli ottavi di finale. Un match quello del secondo turno molto combattuto per l’azzurro che ha superato in quattro set il lussemburghese Muller al termine di una battaglia durata 3 ore e 32 minuti. Primo set che l’azzurro perde al tie-break per 7-4 ma reagisce prontamente vincendo il secondo set piuttosto facilmente per 6-3. Nel terzo set altra battaglia durata un ora e dove questa volta nel tie-break è riuscito a vincere Lorenzi. Infine nel quarto set decisivo il break iniziale che l’azzurro ha mantenuto fino alla fine chiudendo nuovamente per 6-3 in suo favore. La notizia positiva per noi italiani è che ai sedicesimi ci sarà un derby tutto azzurro perchè anche Fabbiano ha superato il secondo turno sconfiggendo Thompson in cinque set e i due ora lotteranno per un posto agli ottavi di finale. L’americano era in vantaggio per 2-1 ma l’azzurro non ha mollato e per la prima volta in carriera si qualifica per il terzo turno.

Lorenzi e Fabbiano ai sedicesimi di finale: Travaglia supera Fognini

Malissimo invece Fognini, non in un gran momento di forma se si pensa che anche a Cincinnati è uscito al primo turno, che esce sconfitto nel derby contro Travaglia nel quale partiva con i favori dei pronostici. Il numero uno azzurro ha perso i primi due set, poi ha provato a reagire vincendo il terzo set per 6-3 ma nel quarto è crollato con Travaglia che ha chiuso con un clamoroso 6-0. L’italiano affronterà nel secondo turno Troicky con il quale ha un precedente negativo del 2015. Sconfitto al primo turno anche Seppi che contro Bautista Augut, fresco vincitore del torneo Winston-Salem, è uscito sconfitto per 3-1 dove aveva pareggiato i conti nelk secondo set ma ha perso poi malamente il terzo set e al tie-break il quarto, perso per 7-1. Per quanto riguarda i big la notizia clamorosa è la sconfitta di Zverev, numero 6 al mondo contro il croato Coric per tre set a uno.