CONDIVIDI

Il Torino nelle ultime ore si è inserito nella trattativa tra la Sampdoria e l’Atletico Madrid per il promettente centravanti argentino classe 1993 Luciano Vietto. Dopo essere esploso qualche stagione fa con la maglia del Villarreal, i Colchoneros hanno deciso di puntare su di lui spendendo venti milioni di euro nell’estate 2015, ma nella capitale spagnola non ha reso come ci si sarebbe aspettato da un prospetto del genere. Da qui la decisione di andare in prestito per una stagione al Siviglia; in Andalusia Vietto ha disputato una discreta stagione, realizzando sei reti in campionato, una in Champions e tre in Copa del Rey. Ma ciononostante il Siviglia ha comunque deciso di non esercitare il riscatto e dunque l’attaccante argentino è tornato alla base. Ora con una offerta congrua potrebbe definitivamente partire e a lui si sono interessati sia la Sampdoria che i granata. Per il Toro Vietto rappresenterebbe l’alternativa al sempre più probabile partente Andrea Belotti. La nuova offerta del Milan, sessanta milioni più i cartellini di Gabriel Paletta e di Mbaye Niang, sembra quella giusta e ora Urbano Cairo inizia a pensarci seriamente.

Il Torino va su Vietto, Barreca in uscita

Intanto tra Vietto e Belotti, Cairo e il DS Petrachi provano a monetizzare il più possibile sulla probabile cessione del talento della nazionale under 21 italiana Antonio Barreca. Su di lui c’è da monitorare l’interesse della Roma che come prima offerta avrebbe proposto tredici milioni di euro, ma per la società granata, che chiede circa diciotto milioni, è risultata troppo bassa. Staremo a vedere nelle prossime ore o nei giorni seguenti se i giallo-rossi torneranno all’assalto per il terzino oppure se si farà sotto qualche altra squadra. In caso di partenza di Barreca il Torino andrebbe a cautelarsi immediatamente con il terzino uruguaiano del Genoa Diego Laxalt, che ha il contratto in scadenza nel 2018.