CONDIVIDI

Clamorosa impresa dell’Italia del volley femminile nelle Final Six del World Gran Prix 2017: a Nanchino la nazionale azzurra ha battuto in semifinale la Cina padrona di casa, tra le favorite per la vittoria del torneo internazionale, centrando una storica finale. Secco 1-3 ( 25-18, 23-25, 22-25, 25-27) rifilato dall’Italia alle cinesi del CT Lang Ping, al termine di quattro set durissimi e sempre in bilico. A spuntarla dopo oltre due ore di gioco sono state le azzurre allenate da Mazzanti, con una impressionante Egonu, le grandi prestazioni di Chirichella, Folie e delle Bosetti e un muro difensivo invalicabile. Nulla da fare per le asiatiche, nonostante un attacco a tratti devastante. Ora l’Italia è a un passo dal sogno e con una medaglia già in cassaforte: ma domani, domenica 6 agosto (ore 14 italiane), in finale c’è la corazzata Brasile (che nell’altra semifinale ha eliminato la temibile Serbia). Un ultimo sforzo per salire sul tetto del volley mondiale.

Egonu irresistibile: l’Italvolley può fare la storia

I 26 punti di Egonu e i 14 punti di Chirichella hanno trascinato l’Italia in finale, così come gli 11 punti di C. Bosetti e i 10 della coppia Folie-L. Bosetti. Non sono bastati alla Cina i 21 punti della stella Ting Zhu. “É fantastico battere la Cina – ha detto a fine partita la centrale azzurra Raphaela Folieperchè è una nazionale fortissima. Soprattutto fisicamente parliamo di ragazze impressionanti, ma ce l’abbiamo fatta. Chiedo a tutto il nostro pubblico di continuare a seguirci e starci vicino perchè siamo a un passo da un grandissimo traguardo”. Domani l’appuntamento con la leggenda: l’Italia ha infatti la grande occasione non solo di vincere il World Gran Prix per la prima volta nella sua storia (2 argenti e 4 bronzi in 6 partecipazioni) ma anche di strappare il titolo alle campioni in carica verdeoro, le top winner del trofeo con 11 vittorie in 25 edizioni. Servirà un’altra impresa contro una delle migliori selezioni al mondo.

Gli highlights di Cina-Italia 1-3