CONDIVIDI
vuelta 2017 tappa 17 6 settembre contador nibali froome

Continua la magia della Vuelta 2017 in terra di Spagna. Dopo il successo dell’inglese Froome nella corsa cronometrata della Navarra di ieri, e i quasi due minuti di ditacco a cui adesso si ritrova Nibali, oggi è stata la volta della tappa numero 17. La parte finale e più difficile del tracciato è denominata Alto de los Machucos, una salita pazzesca con pendenze estreme fino al 26%. Una sfida colossale per i ciclisti che arriveranno stanchi e si troveranno una pendenza durissima con fondo in cemento, quindi meno facile per le ruote delle biciclette da scalare. Questa però potrebbe essere la corsa del siciliano Nibali per recuperare parte del distacco. La partenza è avvenuta alle 12.45 circa. Dopo i primi minuti è la squadra dell’Astana a prendere un po’ di margine staccando il gruppo di 8 minuti. Ma è solo l’inizio, perché dopo aver superato un fitto banco di nebbia, è il nostro Nibali a tentare lo scatto, con Villella, Jensen e De Marchi a inseguire. Il gruppetto riesce ad accumulare circa 2’30 sugli inseguitore, ma è un vantaggio di poco conto: le vette più dure devono ancora arrivare. Nibali lo sa, ma sa anche che così facendo Froome perderà inevitabilmente compagni che possono aiutarlo nel recupero. Prova a ricucire subito lo strappo Chavez, il quale però si ritrova in un limbo di 1’30 di distacco e isolato da tutti.

Vuelta 2017, pendenze difficilissime

Nebbia e pioggia incessante, anche se leggera, tormentano i corridori, e Nibali si ricompatta con gli altri. In queste condizioni inizia la scalata all’Alto de los Machucos. Quando meno te lo aspetti Contador si alza sui pedali e comincia a tirare nel punto più ripido portandosi in seconda posizione (davanti a tutti il treno Denifl irraggiungibile per chiunque). E’ l’olandese fino a questo momento ad aver recuperato tantissimo su Froome che insegue un po’ distaccato. Nibali non resiste più e scatta a raggiungere Contador: il recupero è ottimo, e il vantaggio su Froome si va allargando di curva in curva. Così al traguardo questa tappa della Vuelta 2017 se la prende Denifl, Contador secondo a soli 28 secondi. Subito dopo Lopez e Nibali, mentre Froome chiude a 42 secondi da Nibali, riaprendo di fatto ogni discorso sulla Maglia rossa. Ora il distacco dai due è di esattamente 1’16, mentre Kelderman si prende la terza posizione a 2’13. Insomma ci sarà ancora da sudare per vedere il vincitore di questa splendida Vuelta 2017. Domani 7 settembre si correrà la Suances – Santo Toribio de Liebana, di 169 chilometri.